unocad - Bodyscan

Noiselevel

Posted in Uncategorised

NOISELEVEL 200, video beta, colore, sonoro, 16mm

Un bambino disegna e suoi disegni servono da filtro alle emozioni che ne scaturiscono. Il soggetto del film è il silenzio, espresso attraverso momenti che cercano di esemplificarlo in forma diretta. Il silenzio è presentato non solo come pausa ma anche come vuoto di immagini e suoni che, usati in una certa maniera, si trasformano in un linguaggio ricco di parole e di sentimenti. Attraverso il 3D è resa la dimensione del volo e lo spettatore è coinvolto nella soggettiva di un volo continuo e visionario su sculture di plastilina modellate a mano, passate poi attraverso il computer e colorate con fotografie della superficie del silicio.

Il film è stato ideato e concepito da Leonardo Carrano e realizzato con Roberto Carluccio, produzione di Roberto Gambacorta per Riverfilm. Il soggetto del film è il silenzio, espresso attraverso momenti esemplari che cercano di presentare in forma semplice e diretta il tema dell'opera. Realizzando questo film, ho scoperto l'importanza del silenzio, non solo come pausa che evolve e rafforza, ma anche come vuoto di immagini e di suoni che, secondo l'uso che se ne può fare, diventa in realtà un linguaggio gravido di parole e saturo di sentimenti. Il tema del film è filtrato attraverso l'immagine di un bambino che comunica l'emozione del silenzio con il percorso dei suoi disegni.

Leonardo Carrano


Cercare la dimensione del sogno, un luogo senza regole, plausibile quanto basta a coinvolgere lo spettatore nella soggettiva di un volo incessante e, nello stesso tempo, sfuggevole, etereo, visionario. Con il 3D ho realizzato una prospettiva realistica, nella quale il punto di vista muta continuamente ed i materiali visivi che avevo a disposizione mi hanno permesso di stemperare l'immagine dal rigore geometrico eccessivo del computer. Le forme che popolano il film sono infatti sculture di plastilina modellate a mano, acquisite dal computer solo successivamente e quindi colorate con fotografie della superficie del silicio.

Roberto Carluccio